Rita Dalla Chiesa parla della morte di Totò Riina: le lacrime ricordando il padre

foto

Proprio ieri è deceduto il mafioso Totò Riina. Il mafioso, è morto nel carcere di Parma a 87 anni, è stato il mandante dell’attentato al Generale Alberto Dalla Chiesa, l’uomo è il padre di Rita Dalla Chiesa. La conduttrice ha commentato questa morte a Mattino Cinque, con la voce rotta dalle lacrime.

 DICHIARAZIONI DI RITA

La conduttrice ha dichiarato: “Sto parlando sull’onda dell’emozione perché c’è un’emozione, ma devo dire che questa morte non è una morte consolatoria. La sua morte è arrivata a 87 anni mentre gli uomini dello Stato che ha ucciso erano tutti uomini che nella loro vita non hanno potuto proseguire nei loro affetti, nei loro interessi, nello stare vicini a mogli, figli e nipoti”.

PAROLE PESANTI

Rita Dalla Chiesa ha raccontato qual è stato il suo primo pensiero nel momento in cui ha saputo la notizia: “La prima cosa che mi è venuta in mente è che quest’uomo ha costruito un potere che non gli servirà più. Il mio dolore è banale da descrivere, ma è lo stesso che hanno provato i Falcone, i Borsellino, è lo stesso che ha provato Rosaria quando in chiesa diceva ‘non cambiano’, e aveva ragione, ogni volta che io vedo quelle lacrime piango”.

SEGUICI SU FACEBOOK: