Airbus di Stato, l’annuncio della ministra Trenta: “Chiuso il contratto dell’aereo di Renzi”

foto

“Oggi mettiamo definitivamente un punto all’arroganza al potere. Oggi chiudiamo la storia dell’Airbus di Matteo Renzi. Ho incaricato gli uffici tecnici di comunicare ad Armaereo la rescissione del contratto“. Lo ha detto su Facebook la ministra della Difesa Elisabetta Trenta. “L’aereo è costato complessivamente 150 milioni di euro in 8 anni. Ma vi rendete conto?”, “forse il prezzo che Renzi aveva dato al suo smisurato ego…”, ha commentato. “E noi, sia chiaro, con questo atto simbolico abbiamo cercato solo di normalizzare le cose. Il nostro è un semplice tributo alla normalità. Si, alla normalità!”.

 

DICHIARAZIONI DI TRENTA

Da quando sono ministro ho volato spesso a Bruxelles per i vertici Nato e i Consigli Affari Esteri dell’Ue. Ho volato a Londra, in Tunisia, in Libia come sapete. E nei prossimi giorni sarò anche in LIbano, dove l’Italia ha ripreso con orgoglio il comando della missione Unifil. Ecco, in nessuno di questi casi c’è mai stato bisogno di un aereo cosi. Vi assicuro che un aereo di queste dimensioni sarebbe stato destinato a viaggiare sempre vuoto. Vi sto raccontando tutto questo anche per fare luce sulla disinvoltura con cui i precedenti governi hanno usato i soldi pubblici, ovvero i soldi, di noi cittadini”.

 

LETTERA DI RESCISSIONE
La ministra mostra la lettera con cui ha chiesto alla Direzione degli Armamenti Aeronautici la risoluzione del contratto dell’Airbus di Renzi. “Come vedete e potere leggere nell’oggetto ‘risoluzione del contratto'”, ha sottolineato. “Questa è la prima notizia! La seconda è che proprio poco fa la Direzione degli Armamenti Aeronautici ha scritto ad Alitalia convocando la compagnia in una riunione per il 7 agosto. Il 7 agosto, si chiuderà quindi un’era: l’era degli sprechi e dei privilegi. Il prossimo 7 agosto, finalmente, questo Paese tornerà ad essere normale. Ovviamente l’aereo è solo il tassello di un grande mosaico che dobbiamo ricostruire“.

 

BASTA SPRECHI
Con oggi mettiamo la parola ‘fine’ a un indecoroso spreco di denaro pubblico avvenuto in questi anni. Soldi dei cittadini spesi per un ‘aereo blu’ obsoleto, costosissimo”, ha detto la senatrice M5S Giulia Lupo. “Era un aereo inutile e sovradimensionato, come dimostrano le ultime notizie sui voli compiuti da questo bestione da 300 posti, che ha trasportato mediamente dieci-venti passeggeri, a volte solo uno, spesso su tratte così brevi da non giustificare l’uso di un vettore a lunghissimo raggio come quello. Chi si ostina a difendere questo ignobile esempio di noncuranza per la cosa pubblica dimostra solo la sua totale mancanza di contatto con la realtà e di onestà intellettuale”. “Su 88 viaggi in tutto, tre sono stati con gli imprenditori con l’aereo completamente vuoto: l’hanno usato i ministri, Alfano è quello che l’ha usato più di tutti, l’Air Force Alfano, addirittura in un viaggio di ritorno da Bruxelles da solo, ma non si poteva prendere un aereo di linea, magari dell’Alitalia? Invece no, ha fatto un sacco di viaggi, l’ha usato Gentiloni”.

PAROLE DI RENZI

Arrivata l’ennesima smentita da parte di Matteo Renzi: “Hanno bloccato la Tav, fatto salire lo Spread, messo in pausa Ilva, fatto aumentare la disoccupazione. Le loro scelte, al momento, ci costano più di un miliardo al mese. Però parlano solo di un aereo. Ignorando che io usavo lo stesso che usa Conte”.

SEGUICI SU FACEBOOK: