Chi è Ivan Zaytsev, lo “zar” dal cuore d’oro che deve tutto all’amore di sua moglie

foto

Nel giorno in cui il calcio non fa altro che celebrare la doppietta di Ronaldo, c’è uno zar che fa sognare scaldando i cuori di tutti gli italiani. Il suo nome è Ivan Zaytsev, capitano e leader della nazionale italiana di pallavolo: “Solo contro tutti. Ma io ho la palla: è pesante, è incandescente, è decisiva, è vinci o perdi, è muori o sopravvivi” – è un estratto della sua biografia che racconta la sua storia. Una sfida con se stesso, da sempre, questa è stata la sua vita trascorsa per i primi 10 anni in Russia, poi dal 1998 in Italia. Figlio di una nuotatrice, campionessa mondiale a 13 anni, e un pallavolista sovietico campione olimpico che lo ha portato ad avere un rapporto controverso con lo sport: “Da piccolo ho ricevuto da mio padre un’educazione sportiva molto forte, a tratti opprimente. Questo creava in me una sorta di sfida con lui nel cercare di raggiungerlo e al contempo una ribellione interna sempre più forte”. Così Ivan è cresciuto palleggiando con quel pallone tra le mani come gli imponeva il suo papà, fino a quando non è iniziato a bruciare dentro di lui quella voglia di cambiamento che ha fatto di lui un ribelle. : “Mio padre avrebbe voluto che facessi il palleggiatore a vita per crescere a sua immagine e somiglianza”. A 19 anni Ivan stava quasi per lasciare la pallavolo, se non fosse stato per Ashling, la donna che è diventata sua moglie e gli ha  cambiato la vita. 

SEGUICI SU FACEBOOK: